logoOpera Nazionale Montessorifoto gruppi

Iscrizione News Letter

Mentana: 19 e 23 gennaio 2015
mercoledì 14 gennaio 2015

  La scuola "Paolina Poggi" aprirà le porte dalle 9,00 alle 11,00 nella settimana dal 19 al 23 gennaio 2015 a quanti sono interessati a vedere di persona la vita di una scuola Montessori, per conoscerne meglio il metodo e l'organizzazione.

Locandina

Ultimo aggiornamento ( lunedì 19 gennaio 2015 )
 
Milano: Master Montessori a Bicocca
lunedì 15 dicembre 2014

 L’ONM in collaborazione con l’Università Bicocca organizza il Master di II livello “Il metodo Montessori: prospettive verso il futuro”, che prevede l’indirizzo “scuola infanzia” e l’indirizzo “scuola primaria”. Il Master si propone di offrire un percorso di formazione montessoriana che, favorendo un'approfondita analisi degli aspetti psicopedagogici e strumentali del Metodo, permetta ai partecipanti di conoscerne i diversi aspetti e quindi di poterli portare con competenza nel mondo della scuola. In particolare, obiettivo del Master è la formazione di docenti specializzati nella differenziazione didattica Montessori, secondo i due indirizzi della scuola dell’infanzia o della scuola primaria (con diploma rilasciato dall'ONM ai sensi delle norme ministeriali vigenti). Direttore è la prof.ssa Monica Guerra. Le domande vanno presentate entro il 10 marzo 2015; il Master inizierà a aprile 2015.
Per informazioni segreteria organizzativa: Università degli Studi di Milano-Bicocca, Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” Edificio U16, Via Giolli (angolo v. T. Mann), IV piano, stanza 5B Ricevimento su appuntamento - Tel. 0264484963 - Fax 0264484895 - E-mail Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Il bando è consultabile sul sito http://www.unimib.it/open/news/Master-Il-Metodo-Montessori_-prospettive-verso-il-futuro/6647076845447827740

Ultimo aggiornamento ( lunedì 15 dicembre 2014 )
 
Congresso di Chiaravalle
martedì 02 dicembre 2014

 Il recente congresso di Chiaravalle è stata un'occasione per riflettere sul rapporto tra Montessori e nuove tecnologie.
Molti sostengono che Montessori ha usato nella sua proposta pedagogica quanto di più moderno era disponibile ai suoi tempi, e questo è probabilmente vero.
Ma siamo sicuri che questo implichi semplicemente che se Montessori li avesse avuti avrebbe senz'altro usato i tablet a scuola?
Senza demonizzare né colpevolizzare nessuno, credo che i montessoriani dovrebbero molto serenamente e pacatamente assumere un atteggiamento piuttosto rigoroso, e molto contro corrente, rispetto a questo argomento.
Abbiamo molte prove scientifiche, come Manuela Piazza ricercatrice all'INSERN di Parigi, ci ha esposto nel recente congresso di Roma, che Montessori ha intuito con estrema lucidità i metodi migliori da un punto di vista neurologico per aiutare i processi di apprendimento dei bambini. La stessa neuroscienziata, interrogata al riguardo, sostiene che non c'è assolutamente nessuna prova scientifica del fatto che lo stesso si possa dire degli strumenti multimediali.
D'altro canto, gli effetti estremamente negativi della sovraesposizione alle nuove tecnologie sono sotto gli occhi di tutti.
Allora, se vogliamo essere moderni, cerchiamo di studiare e di comprendere a fondo la proposta di Maria Montessori, e di applicarla nel modo più genuino possibile nelle nostre scuole.
Per ragazzi un po' più grandi possiamo pensare a qualche attività basata sulle nuove tecnologie (tenendo conto che spesso i prodotti migliori sono quelli del software open source), ma facciamo del nostro meglio per proteggere i più piccoli dall'onda tecnologica che tende a invadere la scuola.
Benedetto Scoppola

Ultimo aggiornamento ( martedì 02 dicembre 2014 )
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Pross. > Fine >>

Risultati 5 - 8 di 30